Controstoria Veneta

Il MOSE

Da sempre esiste la storia ufficiale, quella scritta dai potenti per i potenti, quella diffusa dai grandi media. Questa crea l’opinione pubblica, edifica l’immaginario collettivo. Poi c’è una controstoria, che prova a raccontare anche altro, che narra eventi magari conosciuti, ma che vengono marginalizzati, sfiorati, un po’ alla volta destinati all’oblio. La storia veneta racconta di una classe dirigente efficientissima. Mia nonna diceva “meglio briganti che ignoranti”, ovvero, alla Machiavelli, che a volte è meglio un governante non proprio specchiato che realizza opere per il bene comune, che il contrario. La controstoria racconta di una classe dirigente veneta, spesso disonesta, molto spesso inefficiente. Cominciamo con la vicenda paradigmatica del Mose, il più grande sistema di corruzione in Europa negli ultimi 20 anni. Un triste primato.